La carta

Le origini della carta sono molto lontane, la sua invenzione è diventata il supporto privilegiato dall’uomo per tramandare, comunicare,  fissare i segni della propria civiltà.

Il progresso tecnico ci permette oggi di avere diversi tipi di carta che si distinguono per qualità, consistenza, tatto, colore, etc. Per ogni nostro progetto possiamo scegliere il tipo di carta adatto.

La grammatura, cioè lo spessore della carta, ne stabilisce il peso. Quando noi, accanto al tipo di carta troviamo la grammatura, essa si riferisce al peso di un foglio di quella carta nella dimensione di un metro quadrato. Altro elemento da considerare è la finitura, cioè quello che il tatto o la vista ci comunicano quando entriamo in possesso di un foglio di carta. Un supporto cartace, al tatto o alla vista, può essere: lucido o semilucido, opaco oppure satinato, marcato a feltro, vergato o goffrato.

Le carte più utilizzate, e che fanno riferimento a quanto esposto prima sono:

Carta uso mano o da edizione

È la carta naturale che non è stata rifinita con processi di patinatura. Negli utilizzi più comuni la ritroviamo di colore bianco, oppure avorio. È ideale per stampare molto testo, poichè presenta una superficie morbida e porosa che assorbe facilmente l’inchiostro e la rende molto adatta per le pubblicazioni editoriali, i manuali tecnici, gli opuscoli, la carta intestata e i block notes. Il fatto che sia estremamente opaca facilita la lettura.

Carta patinata

È una tipologia di carta che ha subito un particolare trattamento di patinatura su ogni lato del foglio, utile per rendere la superficie più liscia e quindi esaltare la resa cromatica

Grazie a questo tipo di trattamento la penetrazione dell’inchiostro viene notevolmente ridotta aumentando quindi la nitidezza dell’immagine. Per questo motivo, la carta patinata viene preferita per grafiche che contengono molte immagini, ideale quindi per realizzare depliant, cataloghi e volantini, riviste illustrate, listini, inviti, calendari, biglietti da visita e altri materiali commerciali e pubblicitari.

La carta patinata, alla vista,  può risultare lucida (gloss), satinata (satin o silk) oppure opaca (matt). Ciò dipende dal tipo di patinatura applicata. 

Carta riciclata

La carta riciclata è prodotta dalla lavorazione degli sfridi delle tipografie e dagli avanzi dei tagli delle stesse cartiere, usando fino al 50 -100% delle fibre di recupero. Il riutilizzo avviene dopo un particolare processo chimico che "ripulisce" le fibre dagli inchiostri.

Anche la carta riciclata può essere usomano oppure patinata.

La carta riciclata ha una qualità analoga alla carta di cellulosa vergine. Viene utilizzata per libri d’arte, bilanci istituzionali, cataloghi, cartoline, opuscoli e inviti e naturalmente ha un minore impatto ambientale.

Carta speciale

Per carte speciali intendiamo quei supporti che per la loro particolare lavorazione valorizzano la comunicazione.

Può essere una carta totalemnte colorata, dalla superficie perlescente o metallizzata, oppure avere effetto nuvolato, essere semi-trasparente o in poliestere.

Ottime per realizzare copertine, packaging, inviti, biglietti da visita, cartelline e tutti quei progetti grafici dove sia ricercata modernità e design.

Carta marcata

La carta marcata è una carta naturale non patinata, riconoscibile per il disegno in rilievo impresso sulla superficie, che conferisce classicità e superiorità comunicativa.

La caratteristica essenziale di questa carta è la bellissima sensazione che si prova al tatto. Il disegno con cui si genera la texture ne determina la finitura – marcatura a feltro, vergatura, goffratura – nonché l’aspetto ruvido e materico al tatto.

Sono utilizzate per combinare qualità visiva e piacere tattile, soprattutto per copertine di stampati editoriali, biglietti augurali, biglietti da visita, e inviti.

Carta adesiva e sintetica

I supporti adesivi hanno un frontale che può essere in carta oppure in materiale sintetico e analogalmente alle carte non adesive possono essere di diverse tipologie.

Solitamente questo tipo di carta è utilizzata in ambito decorativo e promozionale e offre una grande resistenza e brillantezza. Tra gli usi: etichette multicolore, adesivi promozionali, stickers, rivestimenti per confezioni di giocattoli, bollini, etichette per contenitori di vetro o plastica.

In caso di utilizzo per l'etichettatura attenzione alla scelta del supporto poichè ne esistono varie tipologie destinate a diversi utilizzi che siano per il settore conserviero, olivicolo o vinicolo. In quest'ultimo caso, esistono carte adesive particolarmente adatte per essere utilizzate a basse temperature o comunque in ambienti umidi.

Nel tempo abbiamo maturato particolare esperienza sull'utilizzo della carta e siamo pronti a consigliarvi su quale sia il supporto cartaceo adatto al vostro progetto. Non esitate a contattarci.